Bellia Rosario

Reggiseno della taglia sbagliata? quali rischi per la salute

Gli esperti avvertono che milioni di donne indossano il reggiseno della misura sbagliata, rischiando di incorrere in alcuni danni per la salute.
Le statistiche più recenti dicono che il 70-80% delle donne indossa il reggiseno sbagliato per lo sport e molte non lo indossano quando fanno esercizi fisici.
I medici consigliano di misurarsi prima di comprare un reggiseno sportivo per aiutare a prevenire il disagio del cedimento del seno che solo la chirurgia può rimediare.

Sammy Margo, della Chartered Society of Phisiotherapy, ha dichiarato: ”Il reggiseno sbagliato non solo è brutto a vedersi ma aumenta il rischio di vari problemi di salute. Può causare dolori al collo, alle spalle e alla schiena, ed il cedimento del seno – non un bello spettacolo.” Altri esperti hanno associato bruciore di stomaco, eruzioni cutanee e problemi all’intestino a biancheria intima sbagliata.  “In molte occasioni i dolori al collo e alla schiena delle donne sono legati a reggiseni che offrono poco sostegno e che, creando problemi di postura, causano dolore e tensione. I reggiseni tradizionali sono troppo leggeri sulle costole, spostando il punto di tensione nel mezzo della schiena. La mancanza di sostegno sulla zona anteriore può anche causare lo spostamento in avanti della colonna vertebrale, per compensare questo, molte donne finiscono per estendere indietro la testa. Tutti questi leggeri, ma continui, aggiustamenti posturali mettono danno origine ad una pressione non fisiologica al diaframma. Le donne che stanno sedute per molte ore al giorno, tutto ciò può influire sulla respirazione e causare problemi alla digestione e la sindrome dell’intestino irritabile. Le cinghie troppo strette non solo causano irritazioni alla pelle, ma riducono anche il flusso del sangue interessando i nervi e contribuendo a mal di testa dovuti alla tensione.

Sammy Margo afferma: “I reggiseni sportivi sono essenziali per tutte le donne specialmente quelle con la misura C e superiore. Anche se non sono considerati eleganti possono aiutare ad assicurare che il vostro seno sia sostenuto correttamente. I seni sono sospesi da legamenti che si possono allungare con i rimbalzi se non sono tenuti fermamente a posto. Se avete un seno grande, un reggiseno della misura sbagliata che non offre il sostegno giusto può causare una postura viziata con le spalle anteposte, e ciò può essere causa di dolorosi deviazioni posturali. Assicurarsi che il vostro reggiseno sia della misura giusta migliorerà il vostro aspetto e la postura.”
Ora che la Chartered Society of Phisiotherapy ha formulato una nuova guida per avere cura del seno è opportuno chiedersi se il vostro reggiseno sia della misura giusta per voi.

I consigli di Sammy Margo per la cura del seno e per l’acquisto del reggiseno giusto.
Cura dei seni:
Per combattere la nostra vita sempre più sedentaria, è estremamente importante fare esercizi fisici con continuità.
Camminare rapidamente e correre sono dei modi eccellenti per mantenersi in forma ma avete pensato come gli esercizi fisici influenzano il vostro seno?
Il seno è composto da tessuti soffici e grassi. È sostenuto dalla pelle che lo circonda e dai legamenti di Cooper che vanno dai capezzoli fino ai muscoli del petto.
Movimenti ripetitivi e di notevole forza possono far rimbalzare i seni, tirando la pelle dei seni e i legamenti. Fare esercizi fisici indossando un reggiseno che non dà sostegno può causare problemi come il mal di schiena cronico, una cattiva postura, dolori al collo e alle spalle e un prematuro cedimento dei seni che perdono la loro naturale elasticità.

Una cattiva postura può condurre a problemi cronici, disfunzioni e dolore.
Se il vostro seno è grande un reggiseno senza supporto può incurvare le spalle. Un reggiseno che dà sostegno vi aiuterà a mantenere i vostri seni fermi e ad aprire il petto (la gabbia toracica).

Come scegliere il reggiseno sportivo giusto
Vi sono 2 tipi di reggiseni sportivi:

– I reggiseni a pressione sono adatti alle donne con un seno medio (misura delle coppe 32A – 36B). Vi aiutano e tenere i seni contro il petto per minimizzare il rimbalzo e migliorare il sostegno.

– I reggiseni a coppa sono adatti alle donne con seni grandi molto più soggetti al rimbalzo. Sostengono maggiormente perché ogni seno è racchiuso in una coppa robusta.

Le regole per scegliere il reggiseno migliore
– Nel corso della sua vita una donna può avere fino a sei misure diverse di reggiseno dovute a fattori come la gravidanza, le fluttuazioni del peso e la forza di gravità. Perciò è importante misurarsi ogni anno e fare i cambiamenti necessari.
– Gli stili dei reggiseni e delle fasce variano – quando vi provate un reggiseno tenetelo per almeno 5 minuti per valutare la sua comodità e come si adatta al vostro seno. Alzate le braccia, piegatevi e saltate per vedere se il reggiseno ed i seni rimangono al loro posto.

– Se il seno esce sopra, sotto o ai lati dovrete riconsiderare la misura della coppa e/o della fascia. Scegliete tessuti comodi.
– I reggiseni che non si adattano bene possono tirare o spingere i vostri muscoli trapezoidali (che vanno dal collo alla schiena) causando dolore e disagio. Se le fasce vi danno fastidio inserire una spallina imbottita può aiutare a distribuire il peso dei seni tra le spalle. Se le fasce cadono, stringetele o cambiate reggiseno.
– Il vostro reggiseno deve essere comodo e non troppo stretto – usate bene i ganci. Se la fascia sale allentate le cinghie.
– Inserite manualmente i vostri seni nelle coppe per assicurarvi che sono ben sostenuti e comodi.
– Il ferretto del reggiseno si deve appoggiare al petto e il cavo deve rimanere sotto il vostro seno. Non vi devono essere vuoti!
– Molti negozi offrono una consulenza sulla misura del reggiseno. Usatela.
– Fate giudicare la vostra postura da un fisioterapista.
Il reggiseno giusto vi aiuterà ad essere più attraenti e più in salute.

Fonte per approfondire: http://www.spavalda.it/il-reggiseno-sbagliato-puo-creare-danni-alla-salute/

Reggiseno della taglia sbagliata ecco quali rischi

tratto da: https://viverepiusani.it/i-rischi-di-usare-un-reggiseno-della-taglia-sbagliata/  

Spesso trovare la taglia giusta del reggiseno è difficile. Sapete quali sono le conseguenze di usare un reggiseno della taglia sbagliata?

Di solito come scegliete il vostro reggiseno? Cercate quelli che vi offrono maggiore comodità o puntate tutto sull’estetica. Avete mai usato un reggiseno della taglia sbagliata?

In realtà non è tanto importante se scegliamo un reggiseno imbottito o uno sportivo, ma ciò che dovremmo sempre tenere in considerazione è la taglia, che deve assolutamente essere quella adatta al nostro seno.

Secondo alcuni studi condotti per conto della marca di corsetteria “Pillow Bra” in collaborazione con l’Università di Barcellona (Spagna), quasi il 70% delle donne usa reggiseni non adeguati al loro seno. Li scelgono troppo piccoli oppure la struttura non si adegua alla forma del loro seno.

Si tratta di un aspetto molto importante, che deve essere tenuto in considerazione perché può provocare diverse conseguenze per la nostra salute. Non perdetevi dunque le informazioni che divulgheremo tramite questo articolo.

I rischi di usare un reggiseno della taglia sbagliata:

I reggiseni non sono capi che semplicemente migliorano la figura e fanno apparire più sexy, ma hanno anche una finalità pratica della massima importanza.

Dovete sapere che la loro finalità è quella di sostenere, modellare e contenere il seno mediante un sistema di pressioni, che non dovremmo mai notare in nessun momento.

Tuttavia, molto spesso notiamo graffi, arrossamenti e altri problemi che dobbiamo imparare a riconoscere e che sono spesso associati all’uso di una taglia di reggiseno non adeguata.

Di seguito approfondiremo questa importante questione.

1. Il pericolo di una pressione eccessiva

Pensiamo ad esempio ai reggiseni con stecche che indossiamo con frequenza. Se scegliamo un reggiseno della taglia sbagliata, ciò che può accadere, secondo il dottor Zapardiel Sánchez-Escalonilla, specialista in ostetricia e ginecologia, è quanto segue:

  • Le stecche possono esercitare troppa pressione sul seno.
  • Tale pressione può danneggiare i legamenti mammari e accelerare la comparsa di un seno cadente.
  • Una pressione molto elevata del nostro reggiseno può provocare problemi di circolazione   sanguigna e dunque possono verificarsi fenomeni di incistamento dei tessuti.

2. Un reggiseno troppo grande

Se il reggiseno è di una taglia troppo grande rispetto alla nostra, possiamo procurarci graffi e non solo: potremmo favorire la flaccidità del nostro seno e potremmo avere dei fastidi ai tendini delle spalle. 

Il motivo? Si tratta di un capo che non si adatta alla nostra costituzione e, senza che ce ne rendiamo conto, ci obbliga a fare movimenti strani che pian piano causeranno piccoli sovraccarichi.

3. L’attrito di stecche che non si adattano adeguatamente

Scegliere il miglior reggiseno non è mai troppo facile. Alcune donne infatti hanno un seno prosperoso, ma una schiena piccola, pertanto diventa difficile trovare la taglia più giusta alla loro conformazione fisica. Ogni corpo è un mondo e il mercato non sempre offre la soluzione ideale a ognuna di noi.

Gli specialisti indicano che il maggior rischio per la nostra salute è rappresentato proprio dalle stecche del reggiseno che non si adattano bene al nostro corpo. Ogni volta che ci muoviamo, esse causano un attrito e provocano stress compressivo ai nervi intercostali, sottonendo i seni ad un elevato livello di stress. 

Il pericolo è ancora maggiore se commettiamo il madornale errore di dormire con il reggiseno della taglia sbagliata. La pressione sarà maggiore e, giorno dopo giorno, ne noteremo gli effetti.

Come scegliere il reggiseno più adatto a noi?

Come abbiamo segnalato in precedenza, scegliere il reggiseno più adeguato non è sempre facile. Ci sono donne che, per costituzione, si trovano di fronte a un problema abbastanza complicato quando devono comprare un reggiseno, e devono andare in diversi negozi prima di trovare il prodotto adatto a loro.

Ciò accade perché magari queste donne hanno un seno grande, ma una costituzione molto magra, oppure hanno un piccolo seno, ma una schiena molto ampia.

È molto importante dunque tenere in considerazione i seguenti aspetti.

La vostra taglia di reggiseno non sarà sempre la stessa !!!

I cambiamenti ormonali a volte ci fanno prendere peso, inoltre il seno può gonfiare durante la sindrome premestruale o nel periodo della nostra ovulazione. Tutti questi aspetti devono essere tenuti in considerazione.

Misurate la circonferenza sotto seno

Per far ciò, prendete un metro e collocatelo sotto il seno misurando il perimetro e sommando +15. Il risultato sarà un numero ‘X’, e questo corrisponderà alle taglie 75, 80, 90, 95, ecc. Si tratta di un sistema di misura in voga in molti paesi europei.

Successivamente, cercate a quale taglia italiana corrisponde questo numero. Su Internet ci sono tabelle complete e molto chiare che vi aiuteranno.

La coppa

Quella che ci indicano le famose lettere A, B, C, D, ecc. Come facciamo a sapere quale sia quella più adatta a noi? Molto semplice, collocate il metro in orizzontale tra entrambe le areole, avvolgendo la schiena. Il numero ottenuto (la circonferenza seno) sarà associato a una di queste lettere. Anche in questo caso esistono tabelle su Internet che potranno esservi di aiuto.

Le stecche del reggiseno devono essere attaccate al torace

Infatti non possono toccare il petto in forma ascendente, ovvero non possono “conficcarsi” nella vostra pelle.

Attenzione alle bretelle

Se avete un seno molto grosso, affinché il reggiseno e le stecche non si conficchino nella vostra pelle, sarà necessario scegliere bretelle adeguate, che si possano allungare, che non vi diano fastidio e che supportino bene la forma e il peso del vostro seno.

Ricordate inoltre che la bretella posteriore del reggiseno non deve mai essere collocata sotto la linea del seno stesso e non deve essere troppo stretta e non deve lasciare segni.

Un consiglio finale. Per essere certi di non scegliere un reggiseno della taglia sbagliata, provatelo sempre prima di acquistarlo.

La scelta del reggiseno è una scelta di salute e non solo di bellezza.

Ecco alcuni consigli su come usare il reggiseno per evitare dolori e disturbi

Si chiama sindrome del reggiseno se questo, troppo stretto, provoca uno stiramento dei muscoli intercostali (che necessitano di piccoli movimenti liberi durante la respirazione).  Il dolore toracico e intercostale viene avvertito anche dalla mammella.

Ecco alcuni punti da tenere in considerazione per un “buon uso” del reggiseno:

  • La chiusura del gancetto fra le mammelle, inoltre, può creare piccoli lividi perché i capillari della mammella possono rompersi in prossimità del metallo
  • Se un reggiseno è troppo usato perde la capacità di sostenere e la mammella deve affidarsi al proprio tessuto di sostegno perdendo di tono. Meglio cambiarlo.
  • Anche i tessuti sono importanti. Ad esempio, pizzi e fibre elastiche possono sfregare l’area del capezzolo causando irritazioni che fanno produrre all’areola mammaria secrezioni che possono essere confuse con qualcosa di patologico. Il consiglio è di limitare al massimo le fibre sintetiche sul capezzolo.
  • Meglio scegliere materiali morbidi e traspiranti come il cotone.
  • Scegliere sempre un reggiseno che sostenga bene e con spalline ampie e incrociate per fare sport
  • Meglio evitare di usare il ferretto tutti i giorni (al massimo due giorni consecutivi) in quanto il ferretto insiste nell’area ascellare, ricca di linfonodi che possono reagire ingrandendosi, facendo gonfiare e rendendo dolorante l’area mammaria adiacente all’ascella, specie prima del ciclo.
  • Chi ha un seno molto voluminoso può soffrire di problemi alla schiena, specie ai muscoli dorsali. Meglio usare reggiseni contenitivi, completi di fascia elastica alta che compia il giro intorno alla schiena. (Sono indicati i reggiseni sportivi che hanno una buona tenuta)
  • Se una donna con un seno piccolo non porta il reggiseno, non comporta alcun problema. Per le taglie superiori alla terza misura, invece, non portarlo può causare dolori dorsali, alla schiena o al torace e il seno tende a perdere di tono e a sfiorire, specie quando una donna non fa sport.
  • Se il seno ha perso tono, è sfibrato o molto pesante, è meglio dormire con un reggiseno morbido che contenga bene la mammella
  • Entro la terza taglia e con un seno tonico, è preferibile dormire senza reggiseno e libere da lacci
  • Si consiglia di non dormire mai con il ferretto per non creare fastidio ai muscoli e sentire dolore di giorno

tratto da: https://www.deabyday.tv/salute-e-benessere/consigli-in-pi-/guide/4403/Come-usare-il-reggiseno-per-evitare-dolori-e-disturbi.html

Studio riportato su PubMed:

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/18339205/

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are bold.